Come Difendersi - Wing Tsun Sardegna

Vai ai contenuti

Menu principale:

Come Difendersi

Difesa donne
 

Imparare a conoscere le proprie potenzialità, non accettando di essere sottomesse ed oltraggiate rafforzando la propria autostima, sviluppando la propria reattività e trasformando paure ed insicurezze in energia da convogliare contro l'aggressore. Questo è quello che gli insegnanti di Wing Tsun vogliono ottenere da una allieva che si presenta ad un corso di Autodifesa.

Il programma è strutturato in due fasi :

1) Si inizia questo percorso lavorando sugli aspetti psicologici e comportamentali. Imparare a gestire la paura, a mantenere un corretto atteggiamento mentale, a conoscere il linguaggio del corpo, sono le basi necessarie a costruire una reale ed efficace risposta ad una aggressione.

2) Contemporaneamente si inizia a lavorare sulla preparazione atletica specifica, fino ad introdurre tecniche di autodifesa terminative e altri concetti più avanzati, quali Safe Defence, distanza di sicurezza, utilizzo dell'ambiente circostante come proprio alleato, scelte strategiche di reazione ed eventuali vie di fuga.

Alla fine del percorso si sarà acquisita non solo la padronanza della tecnica, ma soprattutto consapevolezza di se e delle proprie capacità di analisi e gestione del pericolo e dei fattori emotivi. In breve, maggiore sicurezza ma anche maggior efficienza nell'autodifesa. Creando una possibilità di osservare la vita con occhi diversi.



Imparare a conoscere il proprio corpo è essenziale per l' autodifesa, ma l'aspetto base è senza dubbio il corretto atteggiamento mentale e l'autocontrollo. Quando l'aggressione avviene in spazi ristretti e in condizione disagiate è fondamentale poter gestire i propri stati d'animo e lo spazio intorno a noi facendo in modo che diventi nostro alleato.
Il Wing Tsun da modo, attraverso l'uso corretto dei suoi principi e delle sue molteplici interpretazioni, di poter avere la meglio in un uno scontro utilizzando delle tecniche essenziali e terminative anche in assoluta assenza di via di fuga.
L'assoluta mancanza di schemi fissi e la totale libertà di movimento da modo al praticante di porre fine ad un aggressione anche situazioni dove sono vicino a noi altre persone o abbiamo indumenti scomodi che ci limitano i movimenti.
Una delle situazioni peggiori per una donna può essere il corpo a corpo al suolo per esempio, il quale può avvenire in svariate condizioni e terreni. Questo richiede una preparazione specifica per il controllo dell'emotività e per la gestione del corpo.

 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu